Attività di prevenzione dei danni da fauna selvatica

Lo scorso 21 giugno 2016 al Parco regionale dei Gessi Bolognesi e Calanchi dell’Abbadessa si è svolto un incontro teorico/pratico dedicato alla Attività di prevenzione dei danni da fauna selvatica

L’iniziativa si è sviluppata nell’ambito di un importante corso di aggiornamento tecnico sui danni da fauna selvatica organizzato dal Servizio Attività Faunistico-venatorie dell’Assessorato Agricoltura della Regione Emilia-Romagna.

Oltre 30 tecnici da Rimini a Piacenza hanno preso visione presso diverse aziende di speciali recinzioni progettati e realizzati dall’Ente Parco negli ultimi mesi.

In meno di un anno, grazie alle risorse economiche generate dal Piano di controllo del Cinghiale nel 2015 e all’impegno concreto delle aziende agricole, l’Ente ha potuto realizzare oltre 30 diverse recinzioni elettrificate, per uno sviluppo complessivo di più di 22 km.

L’incontro si è concentrato sulle problematiche determinate dall’impiego di elettrificatori che spesso non godono della fama di efficace strumento.

I recinti elettrificati funzionano molto bene per questo scopo, purché si tengano presente i seguenti aspetti:1

  • la scelta dell’impianto deve essere fatta sulla base di parametri tecnici;
  • l’impianto deve essere istallato da tecnici o sulla base di precise e puntuali indicazioni tecniche specifiche per quel tracciato;
  • l’agricoltore deve controllare l’impianto ed effettuare una periodica manutenzione, impedendo che la vegetazione (vitalba, rovo, …) riduca la sua efficacia.

Per queste ragioni l’Ente mette a disposizione gratuitamente un supporto tecnico e materiali alle aziende che si impegnino formalmente a farne un impiego corretto.