Anemone stellata

anemone stellata


L’Anemone stellata o fior di stella ( Anemone hortensis ) è una pianta erbacea della famiglia delle Ranunculacee. Parco regionale dei Gessi Bolognesi e dei Calanchi dell’Abbadessa, ” Palestrina”

Non svegliare il pipistrello che dorme

pipistrello


I Pipistrelli trascorrono il periodo invernale in letargo all’interno di grotte, miniere, buchi negli alberi e strutture abbandonate. Approfittando della immobilità di questo esemplare, ho utilizzato una tecnica non invasiva ( senza il flash – esposizione lunga e un filo di luce non diretta ) per fotografarlo. Svegliare uno questi animali nel periodo invernale potrebbe comportare per loro la morte per fame. I chirotteri appartengono alla fauna ” particolarmente protetta ” Rhinolophus ferrumequinum (Ferro di cavallo maggiore)

Parco regionale dei Gessi Bolognesi e dei Calanchi dell’Abbadessa – Grotta del Farneto

Educazione ambientale e alla sostenibilità presso l’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna

Dal lupo dell’Appennino ai germani del Delta del Po.

Studenti emiliano-romagnoli a scuola di ambiente grazie alla collaborazione tra l’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia Romagna e i parchi emiliano-romagnoli. Da marzo a maggio prossimi, infatti, il Parlamento di viale Aldo Moro e gli Enti gestori dei Parchi regionali Emilia Orientale, Emilia Centrale, Delta del Po e il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano realizzano una serie di lezioni a tema rivolte alle scuole secondarie di I e II grado, per promuovere una partecipazione consapevole sulla conoscenza e tutela dell’ambiente.

“Sulla scia del successo della mostra sulla biodiversità ospitata in Assemblea lo scorso autunno, abbiamo deciso di proseguire la collaborazione tra Assemblea e Parchi e – spiegano Simonetta Saliera, Presidente dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna, e Sandro Ceccoli, coordinatore regionale di Federparchi – le lezioni si pongono l’obiettivo di accompagnare gli studenti lungo un percorso di scoperta, di crescita personale e collettiva, nella convinzione che tutti possono e possiamo diventare protagonisti di cambiamenti positivi. Il progetto ha un duplice obiettivo: per i Parchi valorizzare le loro specificità e la loro attività, per l’Assemblea promuovere il senso civico e il rispetto dell’ambiente nei giovani studenti”.

Le lezioni saranno gratuite e sono limitate a un massimo di 35 studenti per volta.

Gli incontri di educazione ambientale si svolgono nell’Aula “Alberto Manzi” dell’Assemblea legislativa, in viale A. Moro, 50 a Bologna; durante le lezioni verranno distribuiti materiali illustrati e informativi.
Il primo incontro in programma si svolgerà il prossimo 2 marzo, dalle 10 alle 13, e affronterà i temi della convivenza tra le attività umane e il lupo nel Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano.

Gli incontri di Educazione Ambientale promossi e condotti dall’Ente di gestione per i Parchi e la Biodiversità sono invece i seguenti:

16 marzo 2017 – dalle ore 10 alle ore 13 – Fauna Minore: conoscerla per proteggerla

Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Orientale
Invertebrati, Pesci, Anfibi, Rettili, Pipistrelli e altri Mammiferi costituiscono la cosiddetta fauna minore e sono protetti da una specifica legge regionale. Durante l’incontro sarà illustrato il loro fondamentale ruolo ecologico, le minacce alla loro sopravvivenza e come è possibile aiutarli. Si prevede la possibilità di visita guidata gratuita ad un parco del bolognese da definire e programmare con i docenti.

20 aprile 2017 – dalle ore 10 alle ore 13 – Il patrimonio geologico e speleologico delle aree protette del Bolognese

Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Orientale
L’Appennino bolognese conserva un importante patrimonio geologico che trova nelle aree protette la sua massima espressione. L’incontro è indirizzato a fare conoscere la geodiversità delle aree protette gestite dall’Ente di gestione per i parchi e la biodiversità Emilia Orientale. Si prevede la possibilità di visita guidata gratuita ad un parco del bolognese da definire e programmare con i docenti.

18 maggio 2017 – dalle ore 10 alle ore 13 – Cibo e biodiversità: l’agricoltura nelle aree protette 

Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Orientale
La biodiversità si esprime anche in un gran numero di piante e animali che l’uomo ha selezionato per i differenti ambienti. Ogni regione aveva perciò frutti, ortaggi, varietà di animali domestici tipici, ad esempio l’albicocca di Imola, il carciofo di San Luca, la zucchina di Faenza, la mucca modenese, l’asino romagnolo. L’incontro oltre ad illustrare il vasto patrimonio di varietà e razze, sottolineerà l’importanza della loro conservazione e le opportunità per conoscerle presenti nel territorio. Si prevede la possibilità di visita guidata gratuita ad un parco del bolognese da definire e programmare con i docenti.

E’ possibile aderire ai percorsi formativi online seguendo le istruzioni presenti nell’apposito depliant

 icona_pdf flyer biodiversita_compila modulo Web-1   (presente sul sito dell’Assemblea legislativa regionale)

Per informazioni si può contattare Gloria Evangelisti, segreteria di Presidenza dell’Assemblea legislativa, tel. 051.5275768 e-mail: gloria.evangelisti@regione.emilia-romagna.it

Per avere ulteriori informazioni in merito alle attività proposte dall’Ente di gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Orientale si prega di contattare Andrea Noferini – Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Orientale – tel. 051.6702832, e-mail: infea@enteparchi.bo.it

Lingua cervina

lingua cervina


La scolopendria (Phyllitis scolopendrium), nota anche con i nomi comuni di lingua cervina,  lingua di cane e lingua dei pozzi è una felce sempreverde. Parco regionale dell’Abbazia di Monteveglio

Risveglio del bosco

bucaneve

L’avvicinarsi della primavera, consente al sole di agire e riscaldare le fredde terre, risvegliando la natura ed in particolare questi bianchi fiori, presenti anche nel Parco regionale dei Gessi Bolognesi e nei Calanchi dell’Abbadessa.

In questo periodo, il bucaneve ( Galanthus nivalis ) si presenta al mondo, in tutto il suo splendore.

Bosco ghiacciato

brina


I più piccoli potrebbero immaginare che alla fine di questo sentiero si trova il regno della regina delle nevi….. In realtà proseguendo si arriva al bacino di Brasimone. Parco regionale dei laghi di Suviana e Brasimone

Bucaneve

bucaneve


Il bucaneve ( Galanthus nivalis ) è un fiore invernale resistente al freddo. Non lasciatevi prendere dalla tentazione di raccoglierlo perché è protetto e anche velenoso.  Rio Ramato – Parco regionale dell’Abbazia di Monteveglio

Muschio

muschio


Seguendo un sentiero che porta a Monte di Stagno….  partendo dal bivio Succhiata – Passo Balinello ( Parco Regionale dei Laghi di Suviana e Brasimone ) ho notato questa oasi di verde.

Cenerino

airone cenerino


L’airone Cenerino ( Ardea cinerea ) è un uccello di grandi dimensioni con un apertura alare di circa 150-160 cm. Frequenta stagni, laghi, fiumi, torrenti, maceri e campi. Si nutre di pesci, girini, rane, bisce d’acqua, molluschi, insetti, piccoli uccelli e mammiferi. Capita spesso di vederlo  immobile in attesa di prede.

Cerva

cerva


Una sagoma scura si cela al riparo da vento e occhi indiscreti. Attenta osserva tutto ciò che la circonda, sfuggire ai suoi occhi ed alle sue orecchie è un impresa molto difficile.