Ricerca

La Legge Quadro per le Aree protette 394/91, successivamente modificata con la 426/98, e la Legge regionale 6/2005 "Disciplina della formazione e della gestione del sistema regionale delle aree naturali protette e dei Siti della Rete Natura 2000" mettono tra le finalità istituzionali degli Enti Parco la ricerca scientifica, da intendersi come strumento di conoscenza al servizio della conservazione. In questo modo, la conoscenza delle valenze naturalistiche, storico-testimoniali e socio-culturali, diventa la base per l’elaborazione di strumenti e politiche di governo del territorio efficaci, che permettano il raggiungimento degli obiettivi di conservazione prefissati e delle finalità istitutive delle Aree protette.

Le aree protette gestite dall'Ente coincidono con Siti Natura 2000 ai sensi delle Direttive 92/43/CEE e 2009/147/CE, scopo della Rete Natura 2000 è contribuire a salvaguardare la biodiversità mediante la conservazione degli habitat naturali, nonché della flora e della fauna selvatiche; il monitoraggio scientifico sullo stato di conservazione della biodiversità risulta un fondamentale strumento di verifica degli indirizzi gestionali.