Sentiero Entomologico

 

Poggiolforato – Cascate del Dardagna – Madonna dell’Acero – Poggiolforato

 

Partenza: Poggiolforato
Tempo di percorrenza: 3 ore
Difficoltà: Media
Dislivello: 350m

Lunghezza: 6 km

 
Percorribile a piedi
 
Elevato interesse: flora
 
Elevato interesse: faunistico
 
Elevato interesse: religioso
 
Elevato interesse: paesaggio, panorama
 
 
 

Il sentiero, di facile percorribilità per buona parte dell’anno, interessa biotipi che ospitano insetti appartenenti soprattutto a due famiglie: i Lepidotteri e i Coleotteri.

Dal parcheggio di Poggiolforato si imbocca la strada non asfaltata che risale il torrente Dardagna seguendo i segnavia CAI 333 che diviene progressivamente un sentiero immerso in una lussureggiante vegetazione ripariale con alcune essenze tipiche del clima fresco-umido. Dopo circa 45 minuti s’incontra sulla sinistra, all’interno di una faggeta, il sentiero CAI 331A che porta verso Madonna dell’Acero; proseguendo lungo il segnavia CAI 333 il percorso rimane nel sottobosco per circa 30 minuti alzandosi progressivamente di quota fino ad arrivare in prossimità di un ponticello in legno dove la visuale incontra lo spettacolare salto terminale delle Cascate del Dardagna.

Ritornando leggermente sui propri passi si prende il percorso CAI 331 che, attraverso rimboschimenti di conifere, porta al Santuario della Madonna dell’Acero. Da qui, scendendo lungo il sentiero CAI 331A si arriva sul percorso CAI 333 che porta nuovamente a Poggiolforato.