Un nuovo giorno

Corno alle scale


Corno alle Scale con la sua altitudine di 1945 metri offre una vista mozzafiato e una boccata di aria fresca in questi giorno di caldo torrido.

Parco regionale del Corno alle Scale

Faggi feriti

faggi


Nonostante questo appaia come un paesaggio autunnale in realtà si tratta di una situazione recente e attuale. Un clima sempre più anomalo ha ingannato questa faggeta con temperature più alte del normale per poi bruciarne le giovani foglie con improvvise gelate.

Parco regionale dei laghi di Suviana e Brasimone

Bosco ghiacciato

brina


I più piccoli potrebbero immaginare che alla fine di questo sentiero si trova il regno della regina delle nevi….. In realtà proseguendo si arriva al bacino di Brasimone. Parco regionale dei laghi di Suviana e Brasimone

Muschio

muschio


Seguendo un sentiero che porta a Monte di Stagno….  partendo dal bivio Succhiata – Passo Balinello ( Parco Regionale dei Laghi di Suviana e Brasimone ) ho notato questa oasi di verde.

Brasimone

Brasimone


Il lago di Brasimone è un bacino artificiale e come tale è soggetto a importanti variazioni del livello dell’acqua. Da giorni si presenta in veste tipicamente invernale.

Corno alle Scale

Corno


Il Corno alle Scale tocca i 1.945 m sfiorando il cielo…agli occhi di chi lo ammira è ancora spoglio, privo del candido manto nevoso che durante l’inverno lo avvolge.  Anche le fiamme di un enorme incendio divampato in questi giorni si sono arrestate davanti alla maestosità  di questo monte.

Monteacuto delle Alpi

Monteacuto delle Alpi


Questo splendido borgo abbarbicato tra le rocce del nostro Apennino, risulta essere, senza dubbio uno tra i più belli e suggestivi. Questa meraviglia mista tra natura ed opera del uomo si chiama  Monteacuto delle Alpi, la vista, offre sullo sfondo il Corno alle Scale, che come spesso accade si cela dietro una coltre di nubi.

 

Contrafforte Pliocenico

Contrafforte Pilocenico

 

La riserva del Contrafforte Pliocenico  tutela il maestoso fronte roccioso che si sviluppa per una quindicina di chilometri trasversalmente alle valli di Reno, Setta, Savena, Zena e Idice. Ripidissime pareti piene di cavità che creano un ambiente perfetto per la riproduzione di numerosi  rapaci.