Mi sento una pecora nera

pecore

Nel periodo estivo al Parco regionale del Corno alle Scale si possono incontrare queste pecore curiose. Trattasi dell’unico gregge transumante del Corno.  Anche se la bellezza di questi animali, è un palese invito ad una carezza, fate però molta attenzione a non avvicinarvi troppo, perché questi animali sono sempre accompagnati da due cani addestrati alla guardia.


Un nuovo giorno


Brasimone

Vista da Monte Calvi verso il lago di Brasimone

Il temporale

dia_NuvolaPioggia

Piove sui calanchi dell’Abbadessa..

Le fabbriche dell’acqua

dia_Dardagna

Le cascate del Dardagna nel Parco del Corno, nella nostra regione diamo un po’ per scontato che ci sia acqua in abbondanza, ma dopo inverni come questo c’è da chiedersi come sarà l’estate. Nel frattempo godiamoci questa meravigliosa disponibilità di una risorsa preziosa.

Era una notte buia e tempestosa…

dia_Monteveglio_Notte

In verità tanto tuonò, ma piovve poco, in ogni caso il mutare del tempo atmosferico ha sempre il suo grande fascino, ecco una veduta di Monteveglio con la pianura all’orizzonte sul far della sera.

La natura avanza

dia_Chiapporato

Quando l’uomo si ritira, il bosco si riprende tutto, il piccolo borgo di Chiapporato sembra ormai un castello incantato in cui il tempo è sospeso…

Ultima neve?

dia_MadonnaAceroNeve

Forse l’ultima spolverata di un inverno davvero timido, ma il colpo d’occhio, con queste giornate tersissime, è garantito…

Il viola dopo la neve

dia_fiori_Corno

E anche in alto il crocus si sostituisce alla poca neve di questo inverno.

Giovani querce

dia_BoscoQuerceNeve

Rimango sempre incantata dal fascino del bosco in inverno, specialmente con la nebbia e la neve. Le querce hanno poi questa caratteristica di conservare le foglie ormai secche sui rami creando queste piccole pennellate giallo arancio, davvero suggestivo.

Nuvole impigliate

dia_monte-calvi

San Valentino

dia_AironeSanValentino2016

Un airone si specchia nell’acqua calmissima poco prima del tramonto, un cuore, due cuori… tutto sommato questa è la giornata in cui dovremmo ricordarci di amare, forse questa è l’immagine adatta. La dedico a tutti quelli che sono in cerca di un cuore in cui specchiarsi…

Poco inverno

dia_CornoNuvoletta

Niente, questo inverno non ce la fa ad arrivare, un’altra spruzzatina di neve, giusto sulle cime… non va bene.

Neve come zucchero a velo

dia_ZuccheroVelo

In questo inverno atipico, l’ultimo spruzzo di neve si è posato come zucchero sui profili delle colline…

Rosso e bianco

dia_RosaCanina

Piccole macchioline rosse in uno scenario tutto bianco, d’altra parte Natale si avvicina…

La bellezza a due passi da noi

 

A volte andiamo chissà dove per cercare fascino e bellezza nel paesaggio… forse dovremmo solo imparare a guardare quello che ci sta intorno.

Parco regionale dei laghi di Suviana e Brasimone

Guarda in su…

dia_Alberi_Guarda_insu

A volte è bello sentirsi piccola piccola, come protetta da questi giganti buoni… adoro il bosco con la neve.

Ora trovare il cibo è più difficile

dia_Daino_Sulla_Neve

In cerca di erba, la neve è ancora un velo sottile, ma già trovare il cibo diventa più complicato…

La prima neve…

dia_Brasimone_Neve_2015

Una perturbazione rapida che ha lasciato quasi subito neve e sole… questo era lo scenario al Brasimone questa mattina.

Il tempo sospeso

dia_chiapporato_InternoCasa

Se cammini abbastanza puoi anche ritrovarti in un tempo diverso, sospeso, in un minuscolo villaggio che ha smesso di avere senso, ma che ci insegna molto del mondo che c’era prima, un mondo di carbonai e boscaioli, benvenuti a Chiapporato.

Le sponde di Suviana

dia_Sponde_Suviana

Essiccare le castagne

dia_EssiccatoioCastagne

Il fumo dell’essiccatoio. Le castagne erano una risorsa fondamentale in passato, una fonte di cibo indispensabile alle zone di montagna dove altri tipi di coltura erano più difficili. Ancora oggi, in autunno, vengono essiccate con fuoco di legna… come un tempo, e non è detto che in futuro non tornino ad essere una risorsa chiave per l’alimentazione umana.

Gli alberi e il monte

dia_BoscoRoccia_DSC3868

Faggi, querce e antichi castagni si tingono di rosso e giallo in sensibile ritardo rispetto a quanto accadeva anche solo pochi anni fa, ma il riscaldamento globale si fa sentire. Sullo sfondo il monte Calvi, con le classiche formazioni stratificate di roccia sedimentaria. Una volta da queste lastre si ricavava il necessario per la copertura dei tetti delle case di montagna.

Il bosco fa bene

dia_Autunno_sentiero

Dicono che passeggiare nel bosco faccia bene al sistema immunitario, non so, a me fa bene a cuore… non c’è dubbio.

Piccole cose

dia_funghetti_su_tronco

La vita non si ferma mai nel bosco, c’è sempre qualcosa che cresce, cambia, si trasforma… in ogni momento, in ogni stagione.

Autunno

dia_Autunno_1

Sì, direi proprio che ora ci siamo…