PARCO DEI GESSI BOLOGNESI E CALANCHI DELL’ABBADESSA

gli itinerari

Ciclovia dei Parchi

Ciclovia dei Gessi di Gaibola

Partenza: Stazione ferroviaria San Lazzaro di Savenaciclovia
Tempo di percorrenza: mezza giornata’
Difficoltà: Media
Dislivello: 200 m
Lunghezza: 21 km (con la deviazione all’Oasi Fluviale WWF del Molino Grande)

Itinerario di prima collina relativamente breve ma con salite da non sottovalutare.

Il percorso ad anello è raggiungibile sia dalla stazione ferroviaria di San Lazzaro che da quella di Ozzano.

Dopo una partenza in ambiente urbano si raggiungono le porte del parco, caratterizzato da una roccia non comune, il Gesso, e dai relativi ambienti carsici movimentati da doline (grandi conche imbutiformi con, sul fondo, la classica grotta ad inghiottitoio), boschetti, ex coltivi e piccole rupi; non manca anche l’ambiente fluviale, rappresentato da pioppi, salici e ontano nero, con sottobosco in prevalenza di corniolo, sambuco, acero campestre, sanguinella.

Raggiunto Pizzocalvo, con l’omonima chiesetta, si va verso sud e al primo bivio si può deviare, facoltativamente, per attraversare l’Oasi Fluviale WWF di Molino Grande, sull’Idice che più avanti lambisce l’area archeologica di via Montebello, per poi ricongiungersi con l’itinerario principale.

Da Pizzocalvo, altrimenti, si può salire direttamente verso Gaibola, su strada ripida e ben presto sterrata che raggiunge l’ambiente carsico dei Gessi, crivellati di doline e qui rivestiti di boschi con spettacolari fioriture primaverili di geofite (bucaneve, scilla, dente di cane). Costeggiate le grandi doline delle Buche di Gaibola e poi di Ronzana e dell’Inferno, si raggiunge l’asfaltata via dell’Eremo da cui si scende in breve, a destra, al fondovalle Zena. Oltrepassato il centro parco “Luigi Fantini” e la vicina Grotta del Farneto, di interesse storico-archeologico e oggi anche didattico e turistico, si raggiunge la località La Cicogna, da cui è possibile riprendere la pista ciclabile verso la stazione di San Lazzaro oppure proseguire per via Palazzetti e ritornare alla stazione di Ozzano.

http://ambiente.regione.emilia-romagna.it/parchi-natura2000/fruizione/ciclovie/i-10-itinerari-ciclabili/ciclovia-dei-gessi-di-gaibola

La mappa

i_ciclabilei_floreale i_geologico