Il progetto nasce nell’ambito del Programma di Azione Ambientale della Regione Emilia-Romagna con la finalità di garantire e migliorare la fruizione delle Aree Protette della Macroarea Emilia Orientale e fornire nuove opportunità ai visitatori e all’attività didattica.

Costo complessivo del progetto € 260.000 finanziato al 90% dalla Regione Emilia Romagna.

Gli interventi sono suddivisi in quattro lotti.

Lotto 01

Gli interventi prevedono la riqualificazione e l’aggiornamento dei percorsi escursionistici e cicloturistici con particolare attenzione all’itinerario “Alta Via dei Parchi” e ai percorsi denominati “Ciclovie dei Parchi”. Tali interventi riguarderanno principalmente opere di ripulitura dalla vegetazione, sistemazione del fondo, consolidamento delle scarpate di monte e di valle mediante opere di ingegneria naturalistica, sistemazione di gradinate e staccionate e, ove necessario, di passerelle pedonali su alcuni corsi d’acqua.

Verranno sostituiti e/o implementati gli arredi che permettono una corretta fruizione della rete sentieristica CAI e propria delle Aree Protette.

Lotto 02

Gli interventi prevedono la riqualificazione delle aree di sosta ed interscambio ubicate in località Madonna dei Boschi e Farneto ricadenti all’interno dell’area protetta dei Gessi Bolognesi e Calanchi dell’Abbadessa, la sistemazione del parcheggio ghiaiato situato nei pressi dell’Abbazia di Monteveglio all’interno dell’omonima area protetta, la regimazione delle acque superficiali dell’area di sosta situata a valle della località Poggiolo all’interno del Parco Storico di Monte Sole, la sistemazione dell’area di sosta situata nei pressi del rio Ri all’interno del Parco Regionale del Corno alle Scale.

Gli interventi saranno focalizzati principalmente sulla sistemazione dell’esistente eliminando elementi di disagio/pericolo e garantendo una sicura e corretta fruizione delle aree; scopo degli interventi è inoltre quello di ridurre i costi di manutenzione attraverso l’utilizzo di materiale con scarso deperimento e resistente alle azioni vandaliche.

Lotto 03

L’intervento prevede la messa in sicurezza di un’area attrezzata presente nei pressi del rifugio denominato “Segavecchia” all’interno del Parco del Corno alle Scale ubicata nel territorio comunale di Lizzano in Belvedere (BO), in particolare tratterà la riqualificazione della fornacella in muratura preesistente allineandola alla normativa nazionale vigente in materia di prevenzione dagli incendi boschivi.

Lotto 04

Gli interventi prevedono alcune migliorie nei centri visite in dotazione all’Ente Parco:

  • Presso il centro visite denominato “il Poggiolo” (Parco Storico Regionale di Monte Sole), di proprietà della Città Metropolitana di Bologna in comodato d’uso gratuito all’Ente, si provvederà alla sostituzione dell’attuale caldaia.
  • Presso il centro visite “Villa Torre” (Parco Regionale dei Gessi bolognesi e calanchi dell’Abbadessa), di proprietà della Regione Emilia-Romagna e in comodato d’uso all’Ente, verrà effettuato la posa di corpi illuminanti lungo alla strada di accesso e attorno alla struttura per garantire adeguata visibilità ai fruitori del Centro Visite.
  • Presso il centro visite di Pian d’Ivo (Parco Regionale del Corno alle Scale), di proprietà della Regione Emilia-Romagna e in comodato d’uso all’Ente, verranno effettuate alcune opere puntuali di manutenzione del coperto.
  • Presso il rifugio di Segavecchia (Parco Regionale del Corno alle Scale), di proprietà della Regione Emilia-Romagna e in comodato d’uso all’Ente, verrà sostituito il gruppo elettrogeno di emergenza e verrà sistemato il punto di presa, lungo il torrente Silla, che alimenta la turbina per la produzione di energia elettrica primaria.
  • Presso il vivaio delle Cottede (Parco Regionale dei Laghi di Suviana e Brasimone), di proprietà della Regione Emilia-Romagna e in comodato d’uso all’Ente, verrà eseguito l’allacciamento all’acquedotto pubblico dell’infrastruttura adibita alle visite.
  • Presso il Palasubra di Castel di Casio (Parco Regionale dei Laghi di Suviana e Brasimone) di proprietà del Comune di Castel di Casio, ubicato sulla sponda sinistra del bacino di Suviana, si interverrà adeguando il sistema fognario collegandolo alla fognatura pubblica esistente.
  • Presso il complesso immobiliare del Poranceto (Parco Regionale dei Laghi di Suviana e Brasimone), di proprietà dell’Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese e in Comodato d’uso all’Ente, sono previsti interventi di manutenzione straordinaria alla foresteria e interventi di riqualificazione degli allestimenti del Centro Parco.