Il progetto prevede la realizzazione di una serie di azioni verso specie/taxa di interesse gestionale e di importanza comunitaria: lupo, chirotteri, erpetofauna e ad altra fauna minore. Localizzazioni e modalità di intervento hanno tenuto conto della proprietà pubblica delle aree, della relazione funzionale con la fruizione e delle specifiche esigenze delle specie bersaglio.

Costo complessivo del progetto € 100.000,00 finanziato al 90% dalla Regione Emilia Romagna.

Si compone di tre lotti in base alla finalità e alla tipologia delle attività previste.

Lotto 1 Azioni di monitoraggio e conservazione a favore del Lupo

E’ il più consistente del progetto, prevede l’acquisizione sia di attrezzature scientifiche che materiali ritenuti necessari per la protezione attiva della specie.

L’insieme di questo materiale, che verrà impiegato presso tutti i siti di progetto, consentirà la realizzazione di rilevamenti di campagna e interventi di tutela diretta tra loro coordinate volte a favorire la conservazione del lupo.

Si prevede in particolare l’acquisto di attrezzature tecniche (l’acquisto di collari GPS, foto-trappole, cannocchiale per visione notturna, software, …) e l’acquisto di materiale per recinzione metallica da utilizzare a tutela della specie (investimento auto e/o predazione del bestiame) nel Parco regionale dei Gessi Bolognesi e calanchi dell’Abbadessa.

Si prevede inoltre la dotazione di altri sistemi a protezione degli armenti (in particolare ovini/caprini) al fine di ridurre la possibilità di predazione. Il materiale impiegato temporaneamente presso aziende zootecniche (ad es. recinzioni elettrificate), resterà di proprietà dell’Ente e avrà una finalità sperimentale/dimostrativa.

Lotto 2 Azioni di conservazione a favore dei Chirotteri

Il lotto prevede la realizzazione di interventi volti a migliorare l’idoneità dei siti di rifugio e degli ambienti vita dei chirotteri. Si prevede in particolare di proteggere due rifugi ipogei: la Grotte delle Fate, nel Parco dei Laghi di Suviana e Brasimone, ed un rifugio bellico al Parco Storico di Monte Sole . Si tratta di interventi auspicati dalle Misure di conservazione dei Siti Natura 2000.

L’azione prevede l’acquisto di appositi rifugi (nidi artificiali di vario formato, bat box-bat board) per la successiva opera di posa in aree/siti (boschi, ponti, case rurali, …) individuate presso tutti i Parchi in fase di progettazione esecutiva. L’intervento avrà effetti positivi anche verso altri taxa di interesse comunitario (in particolare uccelli dipendenti dalle cavità, i c.d. hole-nesting birds).

Lotto 3 Azioni di conservazione a favore della Fauna minore

Il lotto prevede interventi volti a tutelare anfibi, rettili e altre specie della Fauna minore quali insetti associati alla necromassa legnosa. Si intende attuare interventi capillari e diffusi favorevoli alla microfauna avvalendosi anche del personale di vigilanza e del volontariato: si prevede la realizzazione di interventi che favoriscano la microfauna (cumuli di legname e pietrame, anche con funzione dimostrativa e didattica), l’acquisto di materiali per la realizzazione di particolari interventi volti ad limitare/eliminare minacce stagionali (ad es. l’investimento stradale in occasione di migrazioni/spostamenti riproduttivi) o a favorire il recupero di animali in difficoltà.

Nell’ambito del lotto verranno acquistati materiali e attrezzature necessarie alla gestione della Fauna minore e alla ricerca scientifica e monitoraggio a cura dell’Ente (microscopio, termometri, retini,…).