18 marzo – La balena va in montagna

Riserva Naturale del Contrafforte Pliocenico


Facile escursione nella Val di Zena per arrivare al sito dove si trova la balena.

Nel 1965 in località Gorgognano un contadino trovò i resti di una Balaenoptera Aucutorostrata, risalente al Pliocene. I resti fossili quasi completi sono conservati al Museo Capellini di Bologna.  Nel luogo del ritrovamento è stato posto un monumento che raffigura una balena bianca di 9 metri, opera degli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Bologna. La scultura è adagiata e fissata al terreno nella stessa posizione in cui lo scheletro fu rinvenuto. Una sovrapposizione tra paleontologia e arte che ci piacerebbe rivisitare insieme. Cercheremo di indagare e conoscere meglio questa simpatica creatura dal punto di vista scientifico, ma anche da quello artistico, proponendo nuove soluzioni creative: realizzeremo anche noi piccole balene di gesso in bilico tra arte e scienza.

Ore 9,30 Ritrovo presso l’incrocio tra Via di Zena e Via di Gorgognano, Comune di Pianoro. Coordinate GPS per punto di incontro: 44°21’01.4″N 11°21’48.1″E

Costo: contributo di 5 € a favore dell’Ente Parco. Speciale famiglia 15 euro: 2 adulti e 2 minorenni.

Note: durata circa 3 ore. Sono consigliate calzature adeguate tipo trekking, consigliato dai 6 anni.

Informazioni e prenotazione obbligatoria: entro il 16 marzo info.parcogessi@enteparchi.bo.it–051/6254821 – 320/4607940