IL DIARIO DEI PARCHI

Avventure dietro l’angolo di una fotografa naturalista

L’altare di Casaglia

L’altare scoperto di Casaglia, ormai privo della protezione delle forti mura della propria chiesa sopravvive alla storia protetto dal calore dei raggi del sole,  PERMANE immobile come monito per il futuro, ricordando alle nuove generazioni la cattiveria che solo l’uomo è capace di esprimere.

Parco regionale storico di Monte Sole

Il tempo dei porcini

Come ogni anno, all’arrivo delle pioggie, il sottobosco del nostro appennino diviene testimone delle nascita di molte specie di funghi.  Per la salvaguardia di questa importante risorsa, non solo culinaria, è importante  rispettare il regolamento di raccolta non dimenticando mai che nei boschi siamo ospiti.

Parco regionale dei laghi di Suviana e Brasimone

Lampyris noctiluca

Le calde sere di inzio estate sono il palcoscenico di un magico gioco di luci prodotto dal maschio delle lucciole. La femmina, infatti è priva di ali e si può identificare perchè solitamente staziona in un unico luogo ed emette un luce continua, come un faro che indica la direzione ai naviganti.

Luogo Umano

La località nota come “Luogo umano” (Parco regionale dei laghi di Suviana e Brasimone)  si trova sul versante di ”  Monte di Stagno” , per raggiungerla è necessario percorrere un sentiero segnato CAI che attraversi tra l’altro,  boschi di castagni, abeti rossi,  faggi e qualche piccola radura. In questo fiabesco luogo, il segno tangibile del passaggio del  uomo è oscurato da piante di sambuco, felci e muschio.

Giglio di San Giovanni

Giglio di San Giovanni (  Lilium bulbiferum )

Parco regionale dei laghi di Suviana e Brasimone

Allocco

Questi rapaci notturni necessitano di vecchi boschi dove sfruttare le cavità degli alberi per covare le uova.

Allocco  (Strix aluco )

Parco regionale dei laghi di Suviana e Brasimone

Giglio martagone

Parco regionale dei laghi di Suviana e Brasimone

Casa Ragno

I ragni per molti sono un fobia, per altri rappresentano una fonte di ammirazione, sono infatti animali estremamente singolari  e dalle mille forme. Il Cheiracanthium punctorium, ad esempio tesse la sua tela per costruire un ambiente sicuro, suddiviso in due aree separate, ove proteggere se stesso e la sua femmina,  fino al giorno in cui ella raggiungerà la maturità sessuale, momento in cui il divisorio sarà distrutto e lui potrà fecondarla . La velenosità di questa specie, come di molte altre, impone molta cautela durante la loro osservazione, meglio non toccarli e portare loro rispetto.

 

Balzi dell’Ora

La Montagna pretende rispetto, la sua maestosità si può rapidamente trasformare, se offesa o sottovalutata, camminare in montagna non significa solo calpestarne le rocce che la compongono, affrontare la montagna è un esperienza che richiede attenzione e prevenzione.

Parco regionale del Corno alle Scale

Serapias

Questa particolare orchidea del genere “Serapias”, seguendo la legge dell’evoluzione ha assunto una forma tale da garantire un comodo rifugio per gli insetti, che dopo essersi riparati sia per la notte che per ogni altra evenienza, favoriscono con il loro spostamento l’impollinazione, necessaria alla sua riproduzione .

Il diario fotografico di

Daria Victorini

Sono scappata dagli studi di posa, da un mondo del quale non facevo più parte e ora mi aggiro tra i boschi e il cielo.

Non c’è dubbio, è qui che devo stare è a questa dimensione a cui appartengo. Magari sarà solo una fase della mia vita, magari sarà per sempre, ma ora voglio raccontare quanto sia ricco, meraviglioso, complesso e fragile quello che è rimasto della natura.

Il video

Categorie

Archivi