IL DIARIO DEI PARCHI

Avventure dietro l’angolo di una fotografa naturalista

Fermatevi a guardare

dia_anemone

Adesso qui fuori è tutto un fiore e allora vi sfido a sceglierne uno tra mille, a concentrarvi, a guardare solo quello e scoprire quanto è armonioso e perfetto.

Voglia d’acqua

dia_svasso_acqua

Con questi momenti di caldo prematuro arriva subito la voglia dell’acqua, provo un po’ d’invidia per questo svasso in cerca di una preda. È incredibile come certi uccelli siano abili tanto nell’aria quanto nell’acqua.

Il principe rospo

dia_Bufo

Momento delicato per questi anfibi che rientrano in attività dopo il periodo invernale. Il rospo comune (Bufo bufo) è una specie protetta dalla convenzione di Berna ed è importante fare attenzione a non schiacciarlo con l’auto e a non disturbarne le attività. Mangia di tutto, insetti, lumache, lombrichi, piccoli vertebrati… un componente fondamentale della fauna minore e della complessa catena della biodiversità.

La notte dell’istrice

Istrice

Dopo lungo appostamento finalmente ecco l’istrice (Hystrix cristata) un timidone notturno, schivo e formidabile scavatore. Non tutti sanno che in Europa è presente solo in Italia. Sono contenta di essere riuscita a fotografarlo senza disturbarlo troppo…

Martino il pescatore

dia_MartinPescatore

Colto sul fatto, il piccolo martin pescatore (Alcedo atthis), un gioiellino blu e arancio che vive vicino a fiumi e laghi dall’acqua pulita e trasparente. Queste condizioni gli permettono di vedere le prede che cattura con incredibile abilità…

Palchi nella neve

dia_PalchiNeve

Alla fine di febbraio i maschi di cervo più anziani perdono i loro magnifici palchi, un ciclo che si ripete ogni anno…

I boschi hanno orecchie

dia_bosco_orecchie

È conosciuto con il nome, non proprio lusinghiero, di orecchio di Giuda (Auricularia auricula-judae) o anche come cuore profumato. Di solito la sua comparsa annuncia la primavera, e in quest’anno senza inverno è ovviamente in anticipo. D’altronde il 2015 è stato ufficialmente dichiarato l’anno più caldo di sempre, e il gennaio del 2016 ha segnato nuovi record di temperatura…

Una vita da cinghiale…

dia_conchiale

Amato quando si trasforma in ghiottoneria e odiato per le sue abitudini, il cinghiale è forte, senza confini e può diventare aggressivo quando è minacciato. Quando gli equilibri naturali sono rispettati svolge un importante funzione di “zappa” dei terreni. La sua popolazione era un tempo limitata dalla presenza di predatori, primo tra tutti il lupo, mentre oggi, in molti contesti, sono necessari gli abbattimenti controllati.

Campanellino

dia_campanule

Altro fiore che annuncia la primavera, si tratta del grazioso Leucojum vernum, apparentemente innocente è in verità abbastanza velenoso per il suo contenuto di alcaloidi, guardare e non toccare, soprattuto non mangiare…

Più forti della neve

dia_corcus_neve

Il crocus appartiene alla stessa famiglia del preziosissimo zafferano, fiorisce per primo bucando lo strato di neve e con i suoi colori intensi è impossible non notarlo, una piccola meraviglia.

Il diario fotografico di

Daria Victorini

Sono scappata dagli studi di posa, da un mondo del quale non facevo più parte e ora mi aggiro tra i boschi e il cielo.

Non c’è dubbio, è qui che devo stare è a questa dimensione a cui appartengo. Magari sarà solo una fase della mia vita, magari sarà per sempre, ma ora voglio raccontare quanto sia ricco, meraviglioso, complesso e fragile quello che è rimasto della natura.

Il video

Categorie

Archivi