Famiglia: Liliaceae

Lilium bulbiferum L. subsp. croceum (Chaix) Baker
Giglio rosso

Tipo corologico: Orofitico Centroeuropeo
Altitudine in Emilia-Romagna: 100-1800 m
Fasce altitudinali: (pianura) collinare, montana e culminale
Habitat: Prati, vaccinieti subalpini, vegetazioni ad alte erbe, boschi freschi.

Forma biologica: Geofita bulbosa
Fioritura: maggio-luglio
Dimensioni: 30-80 cm

Note: Specie di notevole bellezza e vistosità, estremamente diffusa in diversi ambienti in tutte le province a sud della Via Emilia. In regione la specie è stata rinvenuta in ben 236 unità cartografiche.

Fattori di minaccia: Distruzione dei bulbi da parte dei cinghiali. La raccolta illegale e massiva degli scapi si verifica frequentemente, ma non pare costituire fattore di minaccia.

Indice di rarità:
65,8.
E’ stato calcolato secondo la formula: 1 – (n/N) x 100 in cui “n” è il numero delle unità geografiche di rilevamento in cui la specie è stata rinvenuta e “N” il numero totale delle unità geografiche per il territorio investigato. Per l’indagine condotta sul territorio regionale (complessivamente 285 unità geografiche di rilevamento, “quadranti”) vengono considerate rare le specie con indice di rarità superiore a 78.08 (corrispondente a 148 presenze, la metà dei quadranti), molto rare quelle con indice compreso tra 95 e 97 (presenti in un numero di quadranti compreso tra 20 e 34), estremamente rare le specie con indice superiore a 97 (presenti in meno di 20 quadranti).

Tratto da “Atlante della Flora protetta della Regione Emilia-Romagna” di A. Alessandrini, F. Bonafede, Regione Emilia-Romagna, 1996

Dove