x
Centralino +39 051 6702811

Sacrario ai caduti di Marzabotto

Il Sacrario ai Caduti di Marzabotto fu terminato nel 1961. All’esterno numerose lapidi ricordano stragi della Seconda Guerra Mondiale e di tempi più recenti. Esse circondano i volti di una parte dei caduti dei comuni di Marzabotto, Monzuno e Grizzana. Parte di queste vittime riposano all’interno dell’edificio, protetti da lapidi in parte divise per località d’eccidio e riportanti nomi ed età delle vittime. Quattro targhe richiamano le medaglie d’oro conferite a Don Giovanni Fornasini, Francesco Calzolari, Mario Musolesi e Gastone Rossi. Alcune lapidi ricordano inoltre caduti i cui nominativi non sono presenti o che non sono stati identificati. Tra le lapidi si trovano le opere dell’artista Stella Angelini, che nel dipinto intorno all’altare, nel trittico in lamina d’oro e in otto composizioni in bronzo ha rappresentato momenti e sentimenti legati alla guerra, alla strage e alla lotta partigiana.

Il Sacrario si trova a Marzabotto di fronte al Centro di Documentazione, a pochi passi dal Municipio; è raggiungibile facilmente a piedi dalla stazione del paese e con una breve passeggiata dal Museo Etrusco.
Dista circa 7 km. dal Centro Visite il Poggiolo.

E’ visitabile anche autonomamente nei seguenti orari:

->dal 1 ottobre al 15 maggio: dal martedì alla domenica dalle 9 alle 11.45 e dalle 14 alle 16,45;

->dal 16 maggio al 30 settembre: tutti i giorni dalle 9 alle 12,15 e dalle 15 alle 17,15.

Ulteriori informazioni
Comune di Marzabotto